:::::::: REGOLE DI CORRETTEZZA::::::::

Vi prego di evitare di parlare in modo offensivo, blasfemo, accanito o pesante contro persone riconoscibili.
In questo blog sono tutti benvenuti, e tutti possono intervenire in anonimato (ma ricorda che il tuo pc viene identificato), con un nome di fantasia o utilizzando il proprio nome vero. evitate di firmarvi con nomi di altre persone, cosa sleale e di cattivo gusto. buona discussione

ARE YOU NOT ITALIAN? PLEASE CLICK HERE AND LEAVE A MESSAGE -

giovedì 7 agosto 2008

134) 1.000.000 DI GUARIGIONI IN TRENTA GIORNI

I suoi poteri divini non erano noti a tutti, ma qualcuno ci avrebbe scommesso: il piccolino venuto dal nordest sta offuscando nomi di santi ben più noti e blasonati.

Oggi è lui il beato per eccellenza, è a lui che tutto il paese dovrà portare i cuoricini d'argento ex-voto dei cittadini, è a lui che sarà intitolata la salvezza dell'apparato statale....

Si, perchè senza neppure muoversi, senza neppure l'imposizione delle mani, solo con un pensiero esternato il beatoRenato ha reso attive e presenti un'infinità di persone che giacevano sui loro letti di dolore (ma che trascorrevano la convalescenza ai tropici), ha annientato croniche malattie che tenevano lontani dagli uffici pubblici migliaia di impiegati (che però tornavano dalle degenze abbronzati e riposati) e tutto, ripeto tutto, senza il benchè minimo sforzo, nessuna medicina, nessuna indagine.

E la sacra rota dovrà prendere atto, un milione di malati, spesso cronici, che senza cura e senza spiegazione apparente torna in salute è il più grande esempio di miracolo collettivo della storia.

bravo Brunetta.

renato brunetta, ministro, beato, guaritore e presto santo.

11 commenti:

Danasimpleman ha detto...

Artikel yang bagus (Good article).. Salam dari (Greeting from) Bandung Indonesia..

Anonimo ha detto...

Brunetta è un mago, finalmente tutti i lavativi escono allo scoperto.

Anonimo ha detto...

Il più grande guaritore di tutta l'epoca moderna italiana. Parlano le cifre.

undipendentepubblico ha detto...

bravo brunetta!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Leggi su:

www.italiainformazioni.com/giornale/cronaca/italia/24314/ministro-brunetta-accusato-assenteismo-caste-intoccabili-spada-burro-piramide-potere.htm

Anonimo ha detto...

dunque?
almeno Brunetta da qualche parte ha iniziato.
Voi siete persino riusciti ad aumentare il numero di ministri e sottosegretari!!!
Ciao valtereeeeeeeee

Anonimo ha detto...

Spero vivamente che tu presto ti renda conto della triste realtà degli impiegati pubblici e che il signor brunetta non solo non è un santo ma un emerito buffone.

max ha detto...

Buffone? Averne a decine di buffoni così!!!!!
Finalmente un pò di ordine, e quei cretini dei sindacati difendono il ferroviere che timbrava per lui e per altri sette che intanto stavano a casa pagati dai contribuenti, LADRI!!!! Secondo loro questo non è rubare? E non è motivo valido per un licenziamento in tronco? A CASA

Anonimo ha detto...

brunetta deve far applicare tuttio e dico tutto quanto ha emanato al sud e al centro ... cominciasse da roma... e lascviasse in pace il nord!!! comincia da roma nano malefico, io sono un dipendente statale, ho sempre avuto la visita fiscale anche per due ore! perchè il nano malefico non controlla roma, quante visitine ???
perchè non controlla i consiglieri counali di scorzè come della nave che rispondevano sì all'appello e poi prendevano il gettone? faremo tutti così anche noi dipendenti andremo al lavoro a timbrare e poi a casa a nanna! o al bar! e chi c'ammazza???

Mototopo ha detto...

tempo al tempo. Sono passati solamente pochi mesi.
E' vero che i licenziamenti sono avvenuti al nord, però é anche vero che 3/4 dei dipendenti pubblici, anche al nord, sono meridionali. Piano piano si arriverà anche a Roma. Il problema non é solamente punire i fannulloni, ma anche ( e soprattutto) premiare chi lavora bene e tanto, e ce ne sono, pochi, ma ce ne sono.

Anonimo ha detto...

ricordiamoci che al lavoro si sta per otto o nove ore !! praticamente una vita ed io mi chiedo quando viviamo ??
non sono geloso dei lavoratori pubblici e spero che un giorno si riesca a lavorare meno tutti ed a vivere di più. non voglio dimenticarmi che questa gabbia lavorativa è stata creata ad hoc per noi ed adesso loro se la ridono vedendoci scannare tra di noi.
consiglio un libro per chi ne ha voglia
lettere dalla kirghisia
di silvano Agosti
per me un nuovo modo di vivere potrebbe essere quelo esposto in questo libro .
un abbraccio a tutti