:::::::: REGOLE DI CORRETTEZZA::::::::

Vi prego di evitare di parlare in modo offensivo, blasfemo, accanito o pesante contro persone riconoscibili.
In questo blog sono tutti benvenuti, e tutti possono intervenire in anonimato (ma ricorda che il tuo pc viene identificato), con un nome di fantasia o utilizzando il proprio nome vero. evitate di firmarvi con nomi di altre persone, cosa sleale e di cattivo gusto. buona discussione

ARE YOU NOT ITALIAN? PLEASE CLICK HERE AND LEAVE A MESSAGE -

lunedì 26 novembre 2007

27) PASSANTE AUTOSTRADALE : SOTTOPASSO SU VIA VERDI? NO, GRAZIE

ora vedremo se la democrazia esiste. qualcuno vuol far passare una strada con tanto di sottopasso, a due corsie, che potrà diventare la via peferenziale per arrivare al passante de zero branco quinto e treviso tra le case di via verdi a peseggia e l'area verde wetland park, ovvero zona verde a parco atta ad incamerare le piene dei fiumi per salvaguardare peseggia. articolo del gazzettino:

-Su un campione di 176 residenti, 114 non vogliono il sottopasso su via Verdi che sta per essere chiusa per il Passante di Mestre, 79 sono favorevoli alla costruzione di un sottopasso a senso unico alternato per i soli residenti e solo 22 a un sottopasso a due corsie. Il sondaggio era stato inviato al sindaco del Comune di Scorzè , a Veneto Strade e alla Procura della Repubblica dopo le varie proteste dei cittadini e gli incidenti stradali che continuamente per quasi due anni si sono verificati lungo la strada. Una stretta via di campagna che collega Zero Branco al centro di Peseggia e che durante la chiusura di via Spangaro, sempre per il Passante, è stata invasa del traffico specialmente nelle ore di punta. Il rettilineo di via Verdi è diventato negli anni una alternativa al Terraglio sul quale quotidianamente i pendolari sulle direttiva Treviso-Mestre e viceversa sono costretti a lunghissime code. Ieri mattina finalmente con circa 6 mesi di ritardo è stato riaperta al traffico via Spangaro ma i cittadini di via Verdi non sanno ancora cosa succederà alla strada dove abitano. La scorsa estate avevano perfino bloccato l'accesso alla via dalla provinciale Moglianese per protestare. La pericolosità della strada mette continuamente a repentaglio la vita di chi ci abita e soprattutto dei bambini che si recano a scuola e delle persone anziane che vanno al centro della frazione di Scorzè in bicicletta. Il sondaggio era stato sollecitato dall'amministrazione comunale dopo una riunione in estate. Da allora una sola una risposta verso la fine di ottobre dall'ingegnere Giuseppe Fasiol a riscontro di una lettera inviata al commissario del Passante Silvano Vernizzi. Il responsabile del procedimento di via Verdi scriveva che "si sta verificando la possibilità di realizzare un sottopasso di dimensioni ridotte". Ma gli abitanti temono che ormai tutto sia stato deciso come per il Passante che taglia il comune di Scorzè in due parti in barba alla volontà delle gente, alle opere complementari e alla messa in sicurezza delle strade secondarie. In caso di qualche incidente grave, sarebbero già pronte denunce contro la Veneto Strade, che con i soldi risparmiati per il sottopasso ridotto dovrebbe sistemare via Verdi, e i suoi responsabili. Il sindaco Clara Caverzan ha fatto sapere di essere dalla parte dei cittadini e che è pronta a fissare un incontro tra la Veneto Strade, il Comune e il Comitato per capire cosa succederà del rettilineo di via Verdi. -

a parte quello che sembra un pasticcio delle somme: 114+79+22 che non dà 176, sembra chiaro che la volontà della maggioranza sia quella che il traffico, soprattutto quello pesante che arriva da treviso dovrà passare altrove. Ne sono felice, e lo avevo auspicato in assemlea pubblica a peseggia in agosto.

Gli abitanti di via verdi non hanno colpe nè debiti, e non devono diventare martiri del traffico altrui. Avranno certo anche il mio appoggio, e gli enti competenti ne dovranno tener conto.

8 commenti:

Anonimo ha detto...

ma no te ga i tui in giunta?
parchè no te fa el serio: se a giunta a ga deciso de far el sotopasso, te dimettito? votito contro in consiglio?
moeghea de fare el finto tonto, che te si tonto davero!

arachesostufo ha detto...

la mia posizione è chiara, ed il problema non è certo di giunta... tranne qualcuno. Il problema sarà Veneto Strade.
non capisco poi cosa c'entrino le dimissioni.
è logico che non tutto quello che viene fatto va a genio a tutti i consiglieri, ma è assurdo pensare che ad ogni disaccordo seguano le dimissioni di qualcuno.

Anonimo ha detto...

zero branco voe scricarme i so camion su peseia. No ghi nemo bisogno. Sei tegna iori.

Anonimo ha detto...

COME MAI L'ASSESSORE AI LAVORI PUBBLICI CI TIENE TANTO AL SOTTOPASSO CHE E' DANNOSO PER IL SUO PAESE?

dani ha detto...

se ci tiene forse non è dannoso del tutto. forse è una strada di passaggio che è utile.

cubalibre ha detto...

o forse è utile solo a qualcuno amico di qualcunaltro. Oppure è bene spendere in lavori pubblici per assicurarsi qualche simpatia tra gli addetti ai lavori. O forse si vuol rendere rumorosa e pericolosa una zona tranquilla perchè qui abita qualcuno antipatico. Volendo ci sono mille motivi per fare o non fare qualcosa. Il problema è che in via verdi un sottopasso porterebbe solo un pericoloso aumento di traffico senza nessun vantaggio. Non vogliamo il sottopasso e spero che chi deve decidere ne tenga conto.

Anonimo ha detto...

IN VIA VERDI Cè GIà TROPPO CASINO. E A ZERO BRANCO STANNO COSTRUENDO CAPANNONI IMMENSI PROPIO DI Là DI DOVE ALCUNI VOGLIONO IL SOTOPASSO. POI I CAMIOM PASSERANNO TUTTI PER VIA VERDI.

sconsi61 ha detto...

il sottopasso di via Verdi? e? solo il penultimo tassello di una grande visione della mobilità incentrata sul casello del passante di Cappella di Scorzè.. che nella realtà progettuale non esiste..Ma quale sarà l'ultima schedina del domino viario prevvisto per il nostro già penalizzato paese?!!!