:::::::: REGOLE DI CORRETTEZZA::::::::

Vi prego di evitare di parlare in modo offensivo, blasfemo, accanito o pesante contro persone riconoscibili.
In questo blog sono tutti benvenuti, e tutti possono intervenire in anonimato (ma ricorda che il tuo pc viene identificato), con un nome di fantasia o utilizzando il proprio nome vero. evitate di firmarvi con nomi di altre persone, cosa sleale e di cattivo gusto. buona discussione

ARE YOU NOT ITALIAN? PLEASE CLICK HERE AND LEAVE A MESSAGE -

giovedì 1 novembre 2007

16) PISTE CICLABILI: NECESSITA' DI REALIZZARLE, OBBLIGO DI UTILIZZARLE

ditelo ai vostri anziani, e soprattutto ai ragazzi: le piste ciclabili DEVONO essere utilizzate, sono comode, sicure, fatte apposta per l'incolumità dei ciclisti, e per spostarli dal pericolosissimo sedime stradale. Troppo spesso, invece, capita di vedere anziane signore con annesse borse della spesa zigzagare sulla carreggiata, incuranti del fatto che la pista ciclabile a loro riservata sarebbe la via più idonea per i loro spostamenti, idem dicasi di ragazzi con zainetti e signore con famiglia appresso, tutti stipati su seggiolini davanti dietro e sopra le biciclette fino ad arrivare alla bici family tour, munita oltre che di seggiolini anche di rimorchio bimbi a due posti.

diverso invece il discorso quando le piste ciclabili manchino del tutto, come nel caso di via castellana, dal capitello dei garoni all'incrocio della crosarona, unico (e micidiale) tratto di ss245 non fruibile in sicurezza da venezia a castelfranco. Sembra impossibile, ma è l'unico chilometro e mezzo senza piste ciclopedonali su un tratto di 45 chilometri.

anche qualche altra strada del nostro comune non ne è munita, ed ovunque sarebbe bene provvedere al più presto, vedi via onaro, e vari tratti urbani, ma nessuna di queste strade è paragonabile per intensità e velocità del traffico, per la pericolosità della ridotta sede stradale e per la quantità di famiglie che ne farebbero uso, alla pista ciclopedonale di via castellana.

il progetto sta andando avanti, anche se con tempi da prima repubblica, speriamo di poterla utilizzare in sicurezza al più presto.

14 commenti:

fronteveneto! ha detto...

Bene! El senso civico manca! A me noni ghe go dito che ze 'bligatorio usar a pista ciclabije. Ma se te dizi che nessun a usa parchè farla? Ricordate sempre a pista de Onaro pa rivar da a Ciesa de San Martin fin dai Zugni e Brentane!

Anonimo ha detto...

ghe ne manca un toco anca in via mian. e pa i ronchi.

francesco ha detto...

ma in caso di incidente, con un ciclista che invece di usare la pista ciclabile usa la strada, come vengono attribuite le responsabilità? nel pezzetto davanti a villa orsini, che è strettissimo e ha una bella pista ciclabile, spesso gli anziani corrono sulla strada anche contromano.

Anonimo ha detto...

prima de via onaro sarà ben pensare a via casteana, che xe diese volte pezo.

Anonimo ha detto...

questa amministrazione blatera blatera ma di lavori non ne fa.

Anonimo ha detto...

che lavori vuto fare, se no ghe xe gnanca i schei pa panxar.

Anonimo ha detto...

però i soldi per buttare via progetti importanti c'erano
e anche per pagare ex dirigenti che hanno avuto ragione in tribunale, e per pagare nuovi dirigenti poco preparati.

menei ha detto...

comunque si fanno piste ciclabili su strade tranquille, e manca in via cercariolo che è la peggiore.

Asburgico ha detto...

per buttare via un progetto "importante" (?!?!?) non servono soldi, basta un bidòn dea Vesta!

Anonimo ha detto...

piano caprioglio e cittadella della scuola. oltre un miliardo di vecchie lire.

b u t t a t i v i a

Asburgico ha detto...

Soldi spesi male dalle vecchie amministrazioni per progetti inutili. Dovevano pensarci prima.

c o p a t e

Anonimo ha detto...

ma via castellana si fa o non si fa? qualcuno mi ha detto che c'è gia il progetto, e che nel 2008 viene fatta.

arachesostufo ha detto...

sono stati previsti già i soldi a bilancio. Dovrebbe essere la volta buona.

Anonimo ha detto...

Si, probabilmente lo e