:::::::: REGOLE DI CORRETTEZZA::::::::

Vi prego di evitare di parlare in modo offensivo, blasfemo, accanito o pesante contro persone riconoscibili.
In questo blog sono tutti benvenuti, e tutti possono intervenire in anonimato (ma ricorda che il tuo pc viene identificato), con un nome di fantasia o utilizzando il proprio nome vero. evitate di firmarvi con nomi di altre persone, cosa sleale e di cattivo gusto. buona discussione

ARE YOU NOT ITALIAN? PLEASE CLICK HERE AND LEAVE A MESSAGE -

venerdì 16 novembre 2007

22) TI HO VOTATO

Tale frase, tanto ricorrente quanto menzognera, viene spesso detta ad ogni consigliere da chiunque abbia bisogno di qualcosa, in particolare da vecchie conoscenze di cui avevi dimenticato tutto, a cui sai per certo di essere antipatico, e delle quali conosci con sicurezza le inclinazioni politiche ovviamente opposte alle tue. Di solito capita in occasionalissimi quanto fortuiti incontri per strada, con un copione sempre uguale: “ciao.. come va… ho saputo della tua nomina.. finalmente abbiamo vinto..(lo dice a denti stretti consapevole di essere un traditore dei propri principii) ti ho votato… ovviamente io e tutta la mia famiglia.. li ho obbligati.. votate per lui che è l’uomo giusto.. “ ed in cuor tuo sai benissimo che non è vero e glielo leggi negli occhi ma sorridi e ringrazi aspettando il fatidico “ a proposito.. non vorrei approfittare.. ma ho casualmente qui un appunto per te... una cosuccia.. un piccolo ampliamento di casa.. un garage.. quando vieni a bere qualcosa da me..?” (cazzo, non abbiamo mai bevuto assieme, né da te né altrove..) oppure “ mio fratello ha fatto domanda per entrare a lavorare presso…”(non sono l’ufficio collocamento!) o peggio “ ti ricordi da ragazzini eravamo scout assieme..(purtroppo) la sera… il fuoco.. i cori.. (patetico) non vorrai negarmi un favore…” e perché dovrei? Sono vent’anni che non mi saluti, hai già rotto le palle a tutti i miei colleghi che ti hanno snobbato, hai preparato tutta questa odiosa farsa e dovrei negarti un favore? Caro il mio improbabile virtualissimo elettore, sai che so, perche ti ostini a sostenere cose impossibili e non credibili? La prossima volta che hai bisogno di qualcosa fallo con più sincerità: dimmi semplicemente: “ ciao gabriele, sai, mi stai sulle palle da sempre ma sono un cittadino ed ho bisogno di un aiuto”… sarò lieto di poterti essere utile, perché ammiro la franchezza.

17 commenti:

fronteveneto! ha detto...

No te go votà! E no te votaria mai. Tropo moderato. Ma in fondo no te me ste so el casso...
Paroni casa nostra sensa IN!

Asburgico ha detto...

IN?

fronteveneto! ha detto...

Ghe ze na certa gima bi che me fa a morae so n'altro post. Te go spiegà.

f. ha detto...

ti avevo avvisato che mettersi in politica significa navigare nelle bugie e nei compromessi.
le persone corrette come te hanno vita dura.

cip ha detto...

questa dei favori richiesti in nome di ipotetici voti è una storia vecchia.
quando mio padre era consigliere aveva preso un tot di preferenze, e le persone che lo cercavano per intercessioni varie erano il quadruplo.
nulla di nuovo quindi.

Asburgico ha detto...

Se ci fosse ancora Lui...

cip ha detto...

arachesostufo, avanti così che vai bene. Fregatene delle minacce e denuncia i malcostumi.Non credo alle vendette di mafia.

f. ha detto...

quando vieni a bere qualcosa a casa mia? devo fare una tettoia e non ho le distanze dal dese.

Anonimo ha detto...

niente tettoie in zona di rispetto fluviale. Al massimo una carrozzeria. o una fabbrica di cucine.

Anonimo ha detto...

o un distributore

fronteveneto! ha detto...

Oramai so tuti i post se parla sempre de e cagade de a stessa persona...

Anonimo ha detto...

chiunque voti quando sono lì non fanno niente e si tengono stretta la poltrona. Basta votare

Asburgico ha detto...

D'altronde, penso siano molto poche le persone che, all'interno di un paese o di una città, possano vantare un congruo numero di preferenze, e quindi riescano a farsi eleggere, senza essere profondamente radicate nel territorio attraverso parentele, amicizie o conoscenze.
Uno che di cognome fa "Michieletto" (prendo il cognome più diffuso a Scorzè, senza riferimenti a persone) avrà presumibilmente più probabilità di essere eletto rispetto ad uno che di cognome fa "Rossi" o "Bianchi", a meno che questi ultimi due non siano indicati e favoriti dal primo.
Ora, si capisce che quel signore, la cui famiglia storicamente è radicata nel territorio, avrà nello stesso territorio tutta una serie di interessi, relativi a proprietà od atività proprie o di parenti o di amici.
Tutto questo è normale, ci mancherebbe altro.
Il problema è: nel momento in cui assumi un incarico istituzionale, avrai la forza di astenerti da ogni atto che possa favorire i tuoi interessi o quelli della tua "gente"?
E soprattutto, avrai il coraggio di farlo, dopo che per decenni l'hanno fatto TUTTI, passando così più che per persona onesta, direi per "mona" della situazione (visto che non vi è nulla di illecito, semmai moralmente criticabile, ammesso che i moralismi a questo mondo portino a qualcosa)?
Le cose sono due: o ci affidiamo ad una persona moralmente inossidabile (io non ne conosco nessuna, nè a Scorzè, nè nel resto del mondo), oppure bisogna votare qualcuno che oggettivamente non possa avere alcuno di questi interessi (sempre ammesso che non sopraggiungano successivamente).
Xe dura...

Anonimo ha detto...

un conto è interessarsi dei problemi di una zia, un'altro è fare un prg su misura per favorire gli interessi di qualche amico costruttore.

speranza ha detto...

caro asburgico, non mi pare che alle ultime elezioni il più votato con le preferenze come consigliere dia stato un michieletto o uno dei suoi, ma addirittura è stato uno che non è nemmeno nato a scorzè! e nemmeno il secondo degli eletti che è della margherita, ma di rio san martino e non sta molto simpatico ad igino.
il mondo sta cambiando, per tutti. i michieletto, i cagnin, i pamio, non controllano più il paese come hanno sempre fatto credere.

Anonimo ha detto...

però qualcuni comanda sempre, prima e dopo, destra e sinistra, ma ze un discorso longo.

Anonimo ha detto...

Appunto. Anca se certi nomi se fa da parte, comunque pa avere ea garanxia de essere eletti bisogna apogiarxe ai soliti, che dopo vien a batar cassa.
I grandi vecci xe sempre i stessi.