:::::::: REGOLE DI CORRETTEZZA::::::::

Vi prego di evitare di parlare in modo offensivo, blasfemo, accanito o pesante contro persone riconoscibili.
In questo blog sono tutti benvenuti, e tutti possono intervenire in anonimato (ma ricorda che il tuo pc viene identificato), con un nome di fantasia o utilizzando il proprio nome vero. evitate di firmarvi con nomi di altre persone, cosa sleale e di cattivo gusto. buona discussione

ARE YOU NOT ITALIAN? PLEASE CLICK HERE AND LEAVE A MESSAGE -

martedì 19 febbraio 2008

64) LA SINISTRA FA ENTRARE PIU' IMMIGRATI CHE PUO'.... E VELTRONI VUOLE ANCHE FARLI VOTARE.

Veltroni, leader del Pd apre al voto amministrativo per gli immigrati.

ROMA, 18 febbraio - "Se vogliamo che la politica davvero, sempre di più, sia partecipazione e responsabilità, in questo caso delle persone, facciamolo: diritto di voto alle amministrative ai cittadini immigrati". E'la proposta del leader del Pd Walter Veltroni durante l' assemblea costituente del partito avvenuta nel fine settimana scorso.
La proposta di Veltroni è stata ben accolta da Fabio Melilli, presidente dell'Unione delle Province italiane (Upi) secondo il quale "ben venga il voto agli immigrati per le amministrative e dunque anche per le Province, ( PROVINCE.... NON SAREBBE ORA DI ELIMINARLE? ndr) che svolgono anche politiche per l'immigrazione e offrono servizi alle comunità che interessano direttamente gli stranieri residenti, dai centri per l'impiego alla formazione" "Il 60% delle Province svolge politiche per l'immigrazione - ha precisato Melilli - nell'ambito di leggi regionali diverse. Per esempio si occupano di mediazione culturale nelle scuole, come a Rieti, o curano progetti sui rifugiati e i richiedenti asilo". Da qui dunque, secondo Melilli, l'opportunità di una legge che dia al voto agli immigrati residenti come nel programma per il Pd di Walter Veltroni.

Contrario il Pdl di Berlusconi"
Alla fine si arriva sempre lì. Anche Veltroni prosegue nella fallimentare ed interessata idea di dare il voto agli immigrati". Così la vice presidente dei deputati azzurri, Isabella Bertolini, ha commentato la proposta lanciata da Veltroni all'assemblea costituente. "Uno studio, anche veloce, della Costituzione della Repubblica - attacca - lo aiuterebbe ad evitare gaffe come queste. In Italia possono votare solo i cittadini italiani. Lo sanno tutti". "Per questo - conclude l'azzurra - la proposta di Veltroni é politicamente inutile ed inadeguata 'ma anche' assolutamente inapplicabile.

6 commenti:

Anonimo ha detto...

guarda che la proposta di fare votare gli immigrati alle amministrative è stata fatta da quel somaro incoerente e traditore di gianfranco fini.
chissà che dirà adesso che è nel popolo della libertà: se fiata, silvio per fortuna lo fulmina.
è uno peggio di veltroni (se lo si può essere peggio di veltroni....)
ha cambiato sconfessato e abiurato idee che non ha mai avuto, per il semplice fatto che non ne ha mai una.
però tu attento a prendere in giro veltroni su questo, perchè per lo stesso motivo devi sbattere fuori anche i mona di fini...ed è un alleato...

Anonimo ha detto...

ROBE DA MATTI DARE IL VOTO AGLI IMMIGRATI E' UN SUICIDIO E SIGNIFICA PERDERE LA PROPRIA IDENTITA' E I PROPRI COSTUMI. RICORDIAMOCI CHE SONO OSPITI IN CASA NOSTRA E NON DEVONO DIVENTARE I PADRONI DI CASA. VA BENE CHE ABBIANO TUTTI I DIRITTI SE SI COMPORTANO BENE MA IL VOTO SPETTA AGLI ITALIANI.

Anonimo ha detto...

"robe da matti dare il voto agli immigrati": spero che a scrivere queste parole sia stata una persona anziana, dotata di una inevitabile e ormai irreversibile chiusura mentale..se fosse un giovane, allora dire che è il momento di iniziare seriamente a preoccuparsi! mi spieghi una cosa..chi ha stabilito che la terra sopra la quale cammini sia tua? l'immigrazione va regolarizzata e controllata, ma trovo ridicolo negare il voto ad un immigrato che da anni vive e lavora onestamente in Italia..

Anonimo ha detto...

non è un probelma di terra, ma di cittadinanza. è la cittadinanza che crea un legame non con la terra ma con la comunità di persone che ci vive sopra.
se no, il presidente di una grande multinazionale che ha aziende in più stati e quindi dà lavoro a tanta gente e paga le tasse dappertutto, dovrebbe votare in tutti gli stati!!! non è un problema di età, ma di logica. e se non ce l'hai, pazienza...
gli immigrati devono votare solo se sono cittadini, se no aboliamo la cittadinza e chiunque passi di qua gli diamo tutto.

fronteveneto! ha detto...

Parché no ve trasferì tuti in Svissera? La i ve fa lavorare e no gavì el tempo pa pretendar de votare!
Anca a qualche 'cittadino' se dovaria levarghe el dirito de voto par manifesta incapacità de intendar e voler!

Anonimo ha detto...

senza contare che la sinistra fa propaganda (squallida) negli ambienti degli extracomunitari, i quali sicuramente verranno indottrinati a votare per loro.
Potremmo fare uno scambio equo: diritto di voto agli immigrati in cambio dell'abolizione delle leggi Scelba e Mancino.
Ci state?