:::::::: REGOLE DI CORRETTEZZA::::::::

Vi prego di evitare di parlare in modo offensivo, blasfemo, accanito o pesante contro persone riconoscibili.
In questo blog sono tutti benvenuti, e tutti possono intervenire in anonimato (ma ricorda che il tuo pc viene identificato), con un nome di fantasia o utilizzando il proprio nome vero. evitate di firmarvi con nomi di altre persone, cosa sleale e di cattivo gusto. buona discussione

ARE YOU NOT ITALIAN? PLEASE CLICK HERE AND LEAVE A MESSAGE -

venerdì 25 luglio 2008

131) IL CONSIGLIO DI STATO NON EMETTE UNA SENTENZA , il processo non è ancora finito e intanto Scorzè è senza amministratori eletti

REPUBBLICA ITALIANA
IN NOME DEL POPOLO ITALIANO
Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale

Registro Ordinanza:/ 3983/08
Registro Generale:4870/2008

Sezione Quinta

composto dai Signori:

Pres. Raffaele Iannotta
Cons. Filoreto D'Agostino
Cons. Claudio Marchitiello
Cons. Francesco Caringella
Cons. Angelica Dell'Utri Costagliola Est.

ha pronunciato la presente
ORDINANZA
nella Camera di Consiglio del 18 Luglio 2008

Visto l'art. 33, commi terzo e quarto, della legge 6 dicembre 1971, n. 1034, come modificato dalla legge 21 luglio 2000, n. 205;
............................................................................................

Udito il relatore Cons. Angelica Dell'Utri Costagliola e uditi, altresì, per le parti gli avvocati F.A.Caputo, M.E.Verino, F.Zimbelli, F.Castiello e l’Avvocato dello Stato Sabelli;
Considerato che, sia pure in questa sede di sommaria delibazione propria della fase cautelare, l’appello non sembra sorretto da sufficienti elementi di fumus boni iuris, avuto riguardo all’attestazione da parte dell’adetto al protocollo della contestualità della presentazione delle undici dimissioni protocollate- tutte di identico tenore e prive di motivazione, a differenza delle dimissioni del Consigliere Scolaro presentate il giorno prima al Consiglio Comunale- e restando perciò irrilevante l’assegnazione ai rispettivi atti in entrata di numeri di protocollo intervallati dalla registrazione di atti in uscita.
P.Q.M.
Respinge l'istanza cautelare (Ricorso numero: 4870/2008 ).
Respinge l'istanza cautelare (Ricorso numero: 5420/2008 ).
...
cosa significa tutto questo? che il consiglio di stato NON ha deciso, NON ha emesso una sentenza, Non ha detto fine a questa squallida storia che priva il paese di una amministrazione eletta con il voto dei cittadini e quindi lo lascia in mano ad un commissariamento provvisorio che rischia di durare un anno.
...
tutto questo significa che le opere attese dai cittadini, programmate e progettate in questi anni rischiano di piantarsi allo stato di progetto, significa che ampliamenti di alcune scuole, sistemazione di strade, creazione di piste ciclabili e una lunga serie di lavori saranno bloccati non per un solo anno, ma più verosimilmente (la prossima amministrazione dovrà rivedere, aggiornare... se non annullare..) per due o tre anni ancora.
...
Questo è il servizio che ALCUNI hanno reso a migliaia di cittadini, astio e livore personale sono stati anteposti all'interesse della cittadinanza e alla buona amministrazione.
...
Tra dodici mesi si tornerà comunque alle urne, sono certo che gli abitanti di Scorzè sceglieranno con intelligenza e premieranno chi ha agito lavorando seriamente ed in buona fede.

45 commenti:

Anonimo ha detto...

REPUBBLICA ITALIANA
IN NOME DEL POPOLO ITALIANO
Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale

Registro Ordinanza:/ 3983/08 Registro Generale:4870/2008
.....
Udito il relatore Cons. Angelica Dell'Utri Costagliola e uditi, altresì, per le parti gli avvocati F.A.Caputo, M.E.Verino, F.Zimbelli, F.Castiello e l’Avvocato dello Stato Sabelli;
Considerato che, sia pure in questa sede di sommaria delibazione propria della fase cautelare, l’appello non sembra sorretto da sufficienti elementi di fumus boni iuris, avuto riguardo all’attestazione da parte dell’adetto al protocollo della contestualità della presentazione delle undici dimissioni protocollate- tutte di identico tenore e prive di motivazione, a differenza delle dimissioni del Consigliere Scolaro presentate il giorno prima al Consiglio Comunale- e restando perciò irrilevante l’assegnazione ai rispettivi atti in entrata di numeri di protocollo intervallati dalla registrazione di atti in uscita.

P.Q.M.

Respinge l'istanza cautelare (Ricorso numero: 4870/2008 ).

Anonimo ha detto...

è una ordinanza, non una sentenza!
Il processo non è finito.

ci vediamo in primavera ha detto...

Il consiglio di stato non è entrato nel merito e quindi la partita non è chiusa ma si rischia di restare commissariati in attesa della sentenza parecchi mesi.

Qualcuno starà a casa per un anno, molti altri hanno chiuso per sempre, e i cittadini sanno bene di chi sono le responsabilità di questa porcheria.

25 luglio, 2008 23:38

Anonimo ha detto...

Non è solo un'ordinanza ma riguarda solamente la richiesta di sospensione urgente della sentenza del TAR, per ragionevole cautela... leggetelo tutto il ricorso ...somari! ma non c'è da stupirsi se neppure quelli che hanno ricorso leggono le carte che sottoscrivono. D'altronde non riuscendo a far politica per convincere chi vota a farli governare si arragiano con tutti i mezzi per ottenere quanto non gli è riuscito nel 2004, malgrado avessero distribuito uomini a csx quanto a cdx. Come dire, sta scommessa sà da vincere e la dobbiamo vincere noi, a tutti i costi. Questo i cittadini dovrebbero averlo notato e gli dovrebbero girare le estremità così tanto da spegnere il condizionatore di casa!! Se poi qualcuno vuol capire perchè le cose sono andate a zig zag nel cdx uscente, bhè come nei grandi mali, NON SI E' RASCHIATO ABBASTANZA! Dai gente!

maestro michieeto ha detto...

gabri i te ga dà del somaro... uno che scrive << si ha - s'ha >> così " sà" , te ga dà del somaro!!!

CLARETTA ha detto...

giovedì 20 marzo 2008
7 E POI MI PARLI DI LEALTA' E ONESTA' ....
Sono amareggiato ed ho il magone,

Oggi ho visto un uomo in difficoltà dichiarare il suo dolore piangendo.

E un attimo dopo ho visto un branco di bavosi sciacalli approfittare di lui e della sua sofferenza per fare i propri vigliacchi e sporchi interessi, senza rispetto e senza cuore, sciacalli che pretenderebbero di fare la morale agli altri...

qualcuno di loro un tempo diceva di essergli amico.

di qualcuno di loro, prima, mi fidavo anch'io ...

gli Uomini sono altra cosa.

RICORDI CIO' GAB 66?
SPERO DI SI'!!! E PER SEMPRE!

Anonimo ha detto...

Svegliati ! Questo dà del somaro a qualcunaltro

Anonimo ha detto...

CLARETTA VA A CAGARE CHE TE SI UN SEMO

Anonimo ha detto...

voria vegnesse fora chei moltoni che sottilisava so a diffarensa tra contemporaneità e a contestualità, so i 23 minuti e soi 8 minuti, so questo e so queo.
Bravi avocati e giuristi che i xe, el Consiglio di Stato ghe o ga messo a canon, e co iu anca mi, che 2 mesi fa disevo e stesse robe.
Par far sto ricorso no si stai boni che de rumegare e soite robe. Sveieve. Podevi catar altro e de meio, ma costa fadiga pensare. Co on relatore po che se ciama Dell'Utri, gavaressi possuo fare striche. Se no a se ndada ben, vol dire proprio che no a gaveva da ndare meio. Par voaltri.
Ma invesse de inveenare tuto el paese, no podevi mia metarvea via co iera ora?
Parchè desso, spereo de vinsare anche sol merito? A sarà anca na cagada de pronunciassion che no ga valore, ma intanto ne a futura sentensa no podarà essare disattesa la "contestualità", la presentazione insieme al protocoeo, e l'irrilevanza dee motivassion. co bona pace dei vostri merdosi 23 minuti. Voaltri nde vanti, e i citadini come mi ve paga l'avocato (quanti sei i schei? 15.000 euro soeo par el TAR, e pal Consiglio di Stato?)
Soreve, se no ris-ce de taiarve fora daea poitica del paese.
On amigo negro

Anonimo ha detto...

Gli interventi più farneticanti sembrano quelli dell'ex sindaco. E' un sigillo, una firma. Vero Claretta che ti fingi maschio?

main kampf ha detto...

Comunque neppure Francesco Furlan deve aver letto/capito l'ordinanza, visto il tenore dell'articolo di oggi sul giornale. Ma non è una novità, anzi.
Da quello che si legge, la chiave di volta non è questa fantomatica dichiarazione di Scolaro (che non viene menzionata, anche se Francesco Furlan insiste...), bensì le dichiarazioni dell'addetta al protocollo, persona integerrrrrima!!!
Per il resto, se qualcuno aveva ancora dei dubbi sull'esistenza del "gene terronico", spero che questa vicenda abbia schiarito le idee.

Igino Michieletto scorzetarum dux ha detto...

ma cosa credevate di fare?
A Scorzè comanda Igino, mettetevelo in testa!
Igino Michieletto scorzetarum dux

sensa schei ha detto...

E adesso chi paga i soldi degli avvocati che il comune ha dovuto ingaggiare per rispondere ai ricorsi dei congiurati?

Iniziate a chiedervelo...

Anonimo ha detto...

La nuova Venezia e' vergognosa!!!

Anonimo ha detto...

C'E' scritto "in nome del popolo italiano"...ma siamo sicuri che il popolo vuole stare senza un'Amministrazione?

Anonimo ha detto...

Siamo sicuri che il popolo voleva continuare a stare con questa amministrazione?

Anonimo ha detto...

si, siamo sicuri.
E comunque non spetta certo a 5 persone deciderlo.

Anonimo ha detto...

il popolo li ha votati per 5 anni. Questo basta.

Anonimo ha detto...

IL POPOLO PERO' HA VOTATO ANCHE TRE LESTOFANTI CHE HANNO RICATTATO IL SINDACO E POI LO HANNO MANDATO A CASA.

Serenissimo ha detto...

Li ha votati perché appoggiassero il sindaco. Sono loro che hanno tradito il popolo.

Anonimo ha detto...

Cè gente che per soldi tradisce anche la propria dignità, e cè gente che la dignità non sa neanche cosa sia e quindi va col migliore offerente.
TRADITORI E SPORCHI

Anonimo ha detto...

Tar e consiglio di stato hanno dato ragione a quella parte di popolo che diceva che il popolo che appoggiava il sindaco Caverzan non era più così popoloso. E dato che il popolo si divide in parti nel consiglio, è il consiglio che conta il popolo che fa stare in piedi il sindaco, e se la sua popolosità maggioritaria viene meno, addio popolo. Cioè, addio sindaco, che non ha più l'appoggio del popolo. Quanto alla sicurezza di dire che il popolo voleva ancora questa amministrazione, bè, vediamo il popolo cosa ne dice.

Anonimo ha detto...

che popo' di popolo, quello del sindaco (ex)

Anonimo ha detto...

Per sapere cosa vuole il popolo dovremo aspettare aprile 2009.
Per ora, scorzè è governata da un solo personaggio, non eletto e non rappresentativo di nessuno, e tutto questo per volontà di 4 persone.
Questa è la realtà, il resto sono chiacchiere.

Anonimo ha detto...

Concordo in toto con l'ultimo anonimo

Anonimo ha detto...

UN TERRONE INAFFIDABILE CONSEGNA IL PAESE A UN ALTRO TERRONE. E' ORA DI SCEGLIERE MEGLIO CHI CI DEVE AMMINISTRARE. FANCULO ROMA I TRIBUNALI E I TERONI

Asburgico ha detto...

"Summum Ius summa Iniura"
Sarà un anno difficile, in cui ognuno sarà chiamato a fare la propria parte.
L'arma vincente è l'informazione, poichè i numeri ed i dati parlano da soli, e da soli seppelliscono tutte le amministrazioni affariste che hanno preceduto quest'ultima, forse troppo ingenua, ma almeno onesta.
Basta con il buonismo.
Abbiamo potuto vedere come l'avversario non guardi in faccia niente e nessuno, e si dovrà agire di conseguenza.
Nessuno vuole che a Scorzè ritorni la combriccola del cemento, ma non si può sempre rimanere a guardare.

Anonimo ha detto...

O Gesu dagli occhi buoni, fa morir tutti i terroni...e anche i sanmartinari

Anonimo ha detto...

Ieri sera dicono di aver visto Scolaro, quello che stava tanto male, all'oste e il cuoco che brindava con fausto longo la fine dell'amministrazione.
è vero?

Anonimo ha detto...

Ieri sera dicono di aver visto Scolaro, quello che stava tanto male, all'oste e il cuoco che brindava con fausto longo la fine dell'amministrazione.
è vero?

walter della nave ha detto...

sì è vero

Speedcat Hollydale ha detto...

Non sono sicuro se questo sembrerà corretto, perché è tradotto. I saluti da attraverso il mondo!!

Eric "Speedcat"

Anonimo ha detto...

Al mercato della politica ci sono persone con il prezzo attaccato al collo e chi può compra.

Caramel Corn ha detto...

thanks for visiting my blog. though i don't understand your language, you have something interesting here...

Anonimo ha detto...

voi che siete insigni statisti e uomini di cultura, potreste spiegarmi come mai un partito come Forza Italia, non certo un partitino, dopo che un proprio esponente locale non solo rema contro l'amministrazione di cui lo stesso partito fa parte, ma addirittura instaura una causa contro in accordo con membri dello schieramento avversario, mi spiagate perchè non l'hanno ancora buttato fuori, ed anzi, permettono al soggetto di parlare sui giornali di candidature e cose relative al PDL??

mah. ha detto...

E' solo uno dei taanti misteri di questa storia, un altro è quello del documento che prima non c'è poi c'è poi chi lo avrebbe scritto dice che non è vero.

Juliana Dewi K ha detto...

Hi! How are you? Nice to see you again.Come visit my blog!

Anonimo ha detto...

Chiedetelo a Forza Italia...e perché AN non ha espulso Pietro Micca e Scolaro? chiedetelo ad AN...chissà che serietà avrà il nuovo PDL qui a Scorze...

Bannie ha detto...

visit your site, it's very nice view

mery ha detto...

Quindi non è ancora la sentenza definitiva. Quando si saprà chi ha ragine e chi ha torto?

Jijo ha detto...

Chi lo sa, magari 5 giorni prima delle prossime elezioni amministrative.
Ormai é acqua passata.
Piuttosto: avete notato che con l'arrivo del Prefetto...sono tornati anche gli zingari?
Se il buon giorno si vede dal mattino...sento odore di igino!

mery ha detto...

Non capisco se non c'è una sentenza perchè la giunta è sospesa? Quale è la colpa?

Anonimo ha detto...

LE COLPE SONO LE SOLITE, AVER FERMATO UN GRUPPETTO CHE VOLEVA CEMENTIFICARE ANCHE I CAMPI DI VIA GUIZZA BASSA.

Asburgico ha detto...

cara Mery, cerco di spiegarti.
L'ordinanza é un provvedimento del giudice (o del collegio, a seconda) che viene emanato in corso di causa, a fronte di una particolare richiesta di una delle parti (o di entrambe).
Infatti, se leggi l'ordinanza dice espressamente "...sia pure in questa sede di sommaria deliberazione propria della fase cautelare...".
In questo caso specifico, si chiedeva la sospensione degli effetti della sentenza del Tar Veneto fino alla nuova sentenza del consiglio di stato.
Questa richiesta é stata negata, e quindi di fatto rimane il prefetto fino alla sentenza definitiva.
Il problema é che il C.D.S. potrebbe pronunciarsi anche tra un anno, quindi se anche l'amministrazione vincesse, non servirebbe più a nulla.

badz ha detto...

Ure blog is great in design..coz honestly o do not understand d writings..

hope u cud visit me too
have a great day